[The CEE Flag: 12 yellow stars on blue background][Joint Research Center European Commission][Institute for Systems, Informatics and Safety]

Voice logo

ALFA
Sito VOICE e VOICE Forum

 

Coordinamento della sperimentazione
di sistemi di riconoscimento vocale per audiolesi

Relazione Finale Luglio 2000

Introduzione

L'associazione ALFA, nell'ambio del Progetto VOICE, ha svolto attività di coordinamento della sperimentazione e contatto con gli utenti per delinearne i bisogni e fornire allo staff di VOICE indicazioni operative. In particolare in questa fase del progetto l'attività si è concentrata sull'utilizzo del sito web come mezzo di comunicazione in grado di abbattere la barriera comunicativa tra audiolesi e normoudenti e come strumento di condivisione di esperienze tra le associazioni. Questa fase è stata perciò caratterizzata da una stretta collaborazione tra il consiglio direttivo, la segreteria, singoli soci di ALFA e lo staff di VOICE che dal CCR per via telematica e attraverso incontri e riunioni a Milano ha raccolto ed attuato le indicazioni provenienti dagli utenti.

Revisione della struttura del sito VOICE:

Analizzando il sito VOICE ci si è resi conto della sempre maggiore necessità di migliorarne la navigabilità, anche in conseguenza del continuo accrescersi dei contenuti e del numero di pagine presenti. In particolare la homepage in forma testuale con i link posti all'interno del testo in modo discorsivo, nata per esigenze di stampa, risultava ormai obsoleta rispetto ai canoni del web, che attualmente impongono l'utilizzo di una 'barra di navigazione' che raggruppi i link alle sezioni principali del sito.

Dal punto di vista di un'associazione è parso importante analizzare a fondo le esigenze di navigabilità degli utenti per individuare un layout del sito che potesse facilitare il reperimento e l'aggiornamento delle pagine web di competenza ed interesse delle associazioni.

Uno dei problemi incontrati in questa fase è stato conciliare la natura 'istituzionale' di una certa parte del sito contenente rapporti tecnici, con quella più orientata agli utenti finali, ovvero audiolesi, le loro famiglie, gli operatori del settore. Per questo, particolare attenzione è stata posta nello studio della struttura del sito e nella scelta e suddivisione delle sezioni principali del sito. La barra di navigazione che ne è risultata è stata suddivisa per 'percorsi cromatici' ovvero una sezione 'istituzionale' in blu con i link a 'obiettivi', 'progetti', 'eventi' ovvero alle sezioni più tecniche riguardanti il Progetto VOICE.

Una seconda sezione, in rosso, con i link alla parte che più da vicino ha coinvolto i partner e gli utenti finali, con link alla sezione 'scuole' contenente le pagine scaturite dalla sperimentazione del riconoscimento vocale durante lezioni scolastiche e conferenze; il link al Forum, cioè alla sezione dedicata agli scambi tra gli utenti e alla raccolta di risorse e contatti riguardo la disabilità in rete e per questo luogo ideale per le associazioni; da ultimo nella sezione 'rossa' è stato inserito anche il link alle domande ricorrenti (FAQ) poste dagli utenti allo staff di VOICE, che raccoglie quesiti sia tecnici che riguardanti più in generale i problemi della disabilità e per questo riveste particolare interesse per gli utenti che per la prima volta si avvicinano al Progetto VOICE.

La terza sezione, 'verde', presenta i link alla pagina dei 'contatti' e alla mappa del sito. E' perciò una sezione più generale, rivolta a tutte le tipologie di utenti in quanto riassume le informazioni essenziali per contattare lo staff di VOICE e per trovare, attraverso la mappa, percorsi più specifici, non evidenziati nella hompage.

La suddivisione del sito che è risultata dalla riorganizzazione e che è pienamente rispecchiata dalla barra di navigazione risponde anche all'esigenza di offrire sin dalla prima pagina percorsi di navigazione differenziati per tipologia di utente: ecco quindi che le persone di un'associazione o gli insegnanti di una scuola troveranno le informazioni a loro più utili nella sezione 'rossa', nella quale trovano le pagine loro dedicate e nel Forum, mentre il personale amministrativo e scientifico della Commissione Europea che segue il progetto troverà le relazioni tecniche e le attività seguendo il percorso 'blu'.

Analisi della situazione in rete e sviluppo del Forum

Gran parte delle attività legate al sito web è stata svolta per ampliare e migliorare il Forum VOICE, che si è arricchito di una nuova grafica e di diverse sezioni.

Le modifiche apportate al Forum sono il risultato di un più ampio lavoro di analisi dei possibili utilizzi del web da parte di una tipologia di utenti particolare come quella legata alla disabilità. A tale scopo si è chiesto ad alcuni studenti (audiolesi e non) di fare una recensione dello 'stato dell'arte' dei siti web, dei newsgroup e dei Forum riguardanti la disabilità in generale e la sordità nello specifico.

Il quadro che ne è risultato è di una estrema frammentazione ed eterogeneità, in quanto spesso alla presenza di un sito dall'aspetto 'professionale' può corrispondere la povertà e lo scarso aggiornamento dei contenuti; al contrario esistono siti web estremamente aggiornati ed utili, magari meno sofisticati tecnicamente, in quanto realizzati direttamente da persone dell'associazione senza rivolgersi a persone specializzate. Un'importante distinzione che va fatta nell'analizzare i siti dedicati alla disabilità è quella di dividere i siti (e quindi gli enti e le associazioni) che si occupano direttamente delle tecnologie a supporto dei disabili, cioè degli ausili informatici, da quel numero notevole di siti che si occupano dei servizi offerti alle persone, ovvero le associazioni, i centri di riabilitazione, le sezioni degli enti pubblici sensibili al problema.

Nel primo settore, quello degli ausili, le conoscenze tecnologiche sono ovviamente superiori e anche l'utilizzo di Internet come veicolo di comunicazione e di 'lavoro' è una cosa normale. Tutt'altra situazione si presenta invece nel secondo settore, quello del mondo dell'associazionismo, basato prevalentemente sul volontariato, dove le energie da dedicare all'aggiornamento tecnologico sono scarse ed i protagonisti sono animati da grande motivazione, ma spesso privi (e non è una loro colpa) di nozioni tecniche sufficienti.

Questo è alla base anche dell'eterogeneità dei siti presenti in rete: laddove tra i volontari di un associazione vi è un appassionato di informatica ecco siti ampi, frequentati ed aggiornati, mentre paradossalmente in associazioni più grandi ed attive, dove nessuno 'mastichi' di informatica, ci si trova di fronte a siti davvero poveri (spesso la versione elettronica di depliant cartacei già non particolarmente accattivanti) o addirittura all'assenza totale in rete.

Comunità virtuale

Questo quadro della situazione è stato a lungo dibattuto e ne è emersa rafforzata l'esigenza di sviluppare il Forum come luogo di incontro in rete per chi si occupa di sordità, sia dal punto di vista di una raccolta aggiornata di link, sia come luogo di scambio ed arricchimento per gli utenti. Da subito questo progetto è sembrato ambizioso ed un bilancio realistico dell'iniziativa potrà essere fatto solo tra un po' di tempo, visto che le dinamiche che coinvolgono la nascita e lo sviluppo di una 'comunità virtuale' sono tutt'altro che semplici ed immediate.

I problemi di una comunità virtuale sono ancora maggiori quando, come in questo caso, bisogna contare su una base di utenti pressoché digiuni di informatica e dei meccanismi comunicativi propri della telematica. In parole povere, ci si è scontrati con la difficoltà di far usare un newsgroup a persone che non hanno mai spedito un messaggio e-mail e di convincere dell'utilità di condividere via web le informazioni persone che non possiedono un PC.

Ma le difficoltà incontrate hanno ancora una volta evidenziato l'importanza che tale arduo compito sia seguito direttamente dallo staff di VOICE, in modo da poter offrire alle associazioni che faticosamente si affacciano al mondo del web una base su cui appoggiarsi, preoccupandosi delle pagine più 'classiche' del proprio sito e delegando al CCR-ISIS l'onere di realizzare e mantenere le pagine del Forum, più complesse tecnicamente e meno semplici da aggiornare da parte dei neofiti.

Veste grafica e contenuti del Forum

Tra le indicazioni operative emerse da questa prima fase di analisi della situazione c'è quella di prestare particolare attenzione all'aspetto e all'attrattiva delle pagine del Forum, più che in altre parti del sito. Questo per invogliare l'utente a collegarvisi spesso per vedere se sono stati aggiunti nuovi contributi, offrendogli dei motivi per tornare la volta successiva, come notizie utili ed aggiornate ed un layout più 'moderno'.

Questa attenzione si è tradotta in una veste grafica tabellare, che, pur nel rispetto delle severe norme sull'accessibilità, ricalca le tendenze dei più frequentati portali con le differenti sezioni del Forum organizzate in box di diversi colori e la parte testuale ridotta al minimo, grazie a rimandi a pagine interne di spiegazione. La sezione dei link, da sempre presente nel sito VOICE, è stata rivista e verificata contattando dove possibile direttamente i responsabili delle associazioni, delle ditte, degli enti presenti, mettendo in maggiore evidenza rispetto al passato gli indirizzi e-mail e gli URL dei siti web, in risposta al crescente interesse per questo canale comunicativo e per spronare gli utenti ad affidarsi a tali mezzi piuttosto che al tradizionale fax.

Una nuova importante sezione del Forum è il box 'Notizie dal mondo', dove di frequente vengono pubblicate le notizie trovate in rete che riguardano il mondo dell'informatica e della disabilità, l'uscita sul mercato di ausili ed accessori specifici, episodi politici e legislativi legati al mondo delle persone diversamente-abili. Queste notizie sono raccolte sia dallo staff di VOICE sia su base di segnalazioni di utenti che hanno inviato messaggi di posta elettronica.

La Rete Civica Milanese

Per migliorare il meccanismo della contribuzione da parte degli utenti si è anche avviata una collaborazione con la Rete civica di Milano, rete cittadina costituita da aree di discussione (una sorta di insieme di newsgroups basato su tecnologia First Class) moderate dove i cittadini milanesi condividono informazioni ed esperienze in un ambito telematico 'certificato', dove cioè l'identità dell'autore è garantita dal meccanismo di adesione alla Rete Civica e la serietà dei contenuti è assicurata dall'obbligo a rispettare un 'galateo' e validata dal moderatore della conferenza.

L'esperienza maturata dalla Rete Civica ha portato alla creazione di una sezione del Forum dove ribaltare il consueto meccanismo di creazione di pagine con i links utili: non è più l'amministratore del sito a selezionare i link secondo lui più interessanti, ma sono gli utenti che attraverso un sistema automatico, pubblicano nel Forum le segnalazioni che reputano importanti, divise per categoria (siti web, tesi, associazioni, progetti, etc.) e corredate da un messaggio di presentazione. In questo modo si dà la possibilità di garantirsi un minimo di visibilità anche a piccole associazioni che non avrebbero i mezzi per permettersi una referenziazione presso motori di ricerca o simili forme di pubblicità.

Come conseguenza della creazione del nuovo Forum VOICE da parte del CCR, è nata l'idea di ALFA di avviare un progetto per la creazione di un nuovo sito dell'associazione da integrare con il Forum, potenziando le attività legate alla diffusione dell'uso di Internet tra i soci, con particolare attenzione ai ragazzi.

Le Idee di fondo

Negli ultimi mesi stiamo assistendo ad un vero e proprio boom di Internet, non solo tecnologico, ma soprattutto di diffusione presso gli utenti finali. Sta avvenendo ciò che poco tempo fa è successo con i telefonini: in un modo o nell'altro Internet sta entrando nelle nostre case, nei nostri uffici, nelle scuole e presto praticamente tutti useremo posta elettronica e 'navigheremo' per il web.

E, se i mass media sbandierano il boom (reale o virtuale?) della new-economy e cercano di farci credere (ai posteri l'ardua sentenza) che presto il negozietto sotto casa sarà spazzato via dall'e-commerce, una cosa è certa: è arrivato il momento che anche le associazioni no-profit facciano la loro comparsa in Internet e sfruttino i vantaggi di questo nuovo canale comunicativo.

Se in molti casi il sito Internet è diventato semplicemente un ulteriore tentacolo della macchina pubblicitaria tradizionale, in tanti altri rappresenta una possibilità concreta di dare informazioni e servizi ai propri utenti sfruttando l'immediatezza del canale comunicativo. E' proprio in quest'ultima accezione che un sito può essere utile ad un associazione no-profit ed in particolare ad un'associazione che si occupa di un problema come la sordità, ovvero di una barriera a livello comunicativo, che in rete viene a cadere istantaneamente. Ecco quindi l'interesse di ALFA per un sito web proprio, che non sia semplicemente la versione elettronica del depliant, ma un punto di contatto tra la segreteria ed i soci, tra i soci stessi e tra tutte le persone sensibili al problema.

Il nuovo sito di ALFA

Nello scenario appena delineato nasce la volontà da parte del Consiglio Direttivo di aggiornare le pagine web di ALFA, finora ospitate all'interno del sito del Progetto VOICE (http://voice.jrc.it/alfa), e di creare un sito indipendente, acquistando anche un nome di facile memorizzazione per l'indirizzo (www.audiolesi.it). Il Progetto VOICE e l'attività del Centro Comune di Ricerca, hanno tra gli obiettivi quello dell'indipendenza delle associazioni, cui, quando serve, possono fornire consulenza ed assistenza, promuovendo eventuali iniziative a supporto della loro attività; la decisione di spostare il sito su un server fuori dal CCR è perciò in piena sintonia con tale spirito.

Quello che sarebbe auspicabile in un prossimo futuro è non solo un bel sito web, ma soprattutto un sito 'vivo' ed utile, dove le informazioni vengono spesso aggiornate e dove l'utente fornisce il suo contributo segnalando notizie, raccontando le proprie esperienze, scambiando informazioni ed opinioni con gli altri. Per arrivare a questo obiettivo bisogna intraprendere un cammino di familiarizzazione con il nuovo strumento, non solo dal punto di vista tecnologico (imparare ad usare il computer) ma anche comunicativo, ovvero imparare a dare le informazioni in modo più diretto e rapido, sfruttando appieno le differenze con i mezzi di comunicazione tradizionale.

In senso strettamente tecnologico si potrà apprezzare la comodità di sistemi come la posta elettronica, gli SMS inviati dal sito web, mailing-list e newsgroup, strumenti insomma che possano gradualmente sostituire il fax per dare ad esempio comunicazioni a tutti gli utenti. La stretta integrazione tra e-mail, SMS, fax, web consentirà tuttavia di viaggiare per lungo tempo in parallelo, permettendo di raggiungere tutti gli utenti senza 'tagliare fuori' chi si attarda nel passaggio alle nuove tecnologie. Per fare un esempio concreto: adesso molte comunicazioni ai soci vengono date tramite posta ordinaria e via fax; si può prevedere la possibilità di istituire una newsletter (messaggio periodico d'informazione) che venga distribuita principalmente via e-mail, con possibilità di spedirla automaticamente anche via fax (un qualsiasi modem può farlo) a chi ne faccia richiesta.

ALFA e VOICE FORUM

In questo contesto, le associazioni, ed ALFA nello specifico, si inseriscono trovando nel Forum VOICE uno spazio dedicato alla discussione in rete, al contatto con gli utenti, agli scambi tra di essi interamente dedicato alla disabilità e alla tecnologia, un punto d'incontro ideale tra le persone che si occupano dei medesimi problemi, un punto di partenza per la navigazione in Internet. E proprio nella fase della nascita del sito web di un associazione sembra importante poter contare su un Forum già pronto cui collegarsi.

Questo non per motivi tecnici (infatti è semplice predisporre 'lavagne virtuali' o Forum di discussione), ma perché non basta mettere lì una pagina dove lasciare i messaggi perché gli utenti la utilizzino. Oggigiorno il 'Forum' è diventato una delle sezioni tipiche di qualsiasi sito, ma molto spesso è uno strumento inutilizzato dagli utenti se non viene 'lanciato' e seguito costantemente.

Proprio per cercare di superare queste difficoltà è stato proposto ad ALFA e ad altre associazioni di appoggiarsi al Forum VOICE per i loro siti, in modo da unire le forze e creare davvero un punto di incontro tra gli utenti che almeno nella fase iniziale potrebbero non essere moltissimi. In seguito c'è la disponibilità da parte dello staff di VOICE a sviluppare sezioni specifiche del Forum in base alle richieste delle associazioni medesime, prevedendo ad esempio la possibilità di aprire in un secondo tempo aree di discussione dedicate alle singole associazioni, qualora il volume dei messaggi divenisse tale da giustificare una 'sottosezione dedicata'.

SITO + FORUM = un pretesto per la diffusione di Internet

Da un indagine presso molti ragazzi sordi di diverse associazioni lombarde ci si è resi conto che, rispetto ai coetanei normoudenti, sono molto pochi quelli che usano Internet. Indipendentemente dai motivi alla base di tale situazione, è facilmente condivisibile il desiderio che i giovani delle associazioni possano usufruire degli stessi vantaggi comunicativi dei loro amici, cercando di evitare di creare un'ulteriore barriera data dal fatto stesso di non utilizzare gli stessi canali dei loro coetanei.

Ma sperare che un giovane sordo si avvicini ad Internet grazie ad un sito dedicato alla sordità è altamente improbabile: ecco quindi che, accanto ad informazioni storico- istituzionali dell'associazione, sarà importante dare un grande spazio sul sito e nel Forum ai giovani ed ai temi che stanno loro a cuore.

In parole povere non ci si aspetta di trovare i giovani di ALFA che discutono sulla lavagna virtuale di impianti cocleari o nuove leggi, ma la speranza è che parlando dei fatti loro, scambiandosi messaggi magari anche banali all'apparenza, imparino le potenzialità del mezzo tanto apprezzato dagli altri giovani, abbiano un'opportunità in più d'incontrarsi tra loro (almeno virtualmente) e di venire a conoscere tempestivamente le cose che più loro interessano.

Questo approccio riporta alle considerazioni iniziali: se ALFA realizza un sito semplice tecnicamente, ma facilmente aggiornabile e ricco di contenuti 'freschi', avrà molta più probabilità di successo rispetto ad un'azione 'professionale', ma distante dagli utenti.

La miglior prospettiva sarebbe infatti che qualcuno dei giovani dell'ALFA, attirato dalle nuove proposte del sito, decidesse di occuparsene, imparando le nozioni minime per aggiornare le pagine e coinvolgendo pian piano altri giovani, creando nel tempo un attività che funga allo stesso tempo da pretesto per socializzare e per imparare ad utilizzare quelle tecnologie che oramai vengono giudicate indispensabili in diversi ambiti.

Piano delle attività per la creazione del nuovo sito web

La realizzazione di un simile progetto si basa necessariamente su una prima fase di presentazione, promozione e ricerca dei soggetti che materialmente faranno il sito.

A tale scopo sono stati organizzati degli incontri dapprima di presentazione e poi delle riunioni più tecniche' per la definizione di un piano d'azione.

Presentazione al Consiglio direttivo ed all'Assemblea generale

Il Consiglio direttivo di ALFA ha regolarmente dedicato ampio spazio alla discussione degli ausili informatici e del Progetto VOICE. In particolare il coordinatore del Progetto ed il tesista Davide Ferrazzi hanno presentato le attività del Forum del sito VOICE e la proposta di affiancarsi all'avvio del nuovo sito di ALFA secondo lo spirito e le modalità sopraesposte.

In particolare Davide Ferrazzi ha presentato per esteso la filosofia che ha mosso la Rete civica di Milano, che oggi muove la sua tesi ed ha spiegato come questo modo di affrontare il problema sia in perfetta sintonia con lo spirito del Progetto VOICE che, oltre ad essere stata un importante campagna di sensibilizzazione sull'utilizzo dei prodotti di riconoscimento vocale per la sottotitolazione automatica per gli audiolesi, da sempre si pone come punto di incontro e scambio in Internet attorno ai problemi della disabilità.

In questa sede tutto il Consiglio ha dimostrato vivo interesse per l'iniziativa ed ha dato il suo assenso per avviare il progetto. I consiglieri Torriani e Vicentini hanno dato la loro disponibilità a partecipare alle riunioni 'tecniche' e la segreteria si è detta disponibile a diffondere l'iniziativa presso i soci. Ciò è stato effettuato anche a mezzo di articoli sul periodico dell'associazione, "Parliamone", che ha ampia diffusione anche presso le più importanti associazioni nazionali e a tal fine sono stati pubblicati articoli di Ferrazzi e Nicolai (staff VOICE) che con un taglio giovanile spiegano il progetto e lanciano un appello alla collaborazione da parte di chiunque sia in grado di dare una mano.

I diversi temi sono stati approfonditi negli incontri successivi e quindi presentati all'Assemblea generale dei Soci ALFA, ricevendone la piena approvazione e l'incoraggiamento a proseguire nella strada intrapresa.

Riunione tecnica per la definizione dei ruoli

Un primo incontro è stato fatto a Milano presso la sede alla presenza dei Consiglieri Vicentini e Torriani con la partecipazione del tesista Ferrazzi e dello studente audioleso Daniele Tosti, per mettere a fuoco le problematiche prioritarie per un pronto avvio delle attività. Daniele Tosti, studente alla Bocconi e membro di diverse associazioni internazionali di giovani audiolesi, ha presentato i siti web di associazioni straniere, evidenziandone le caratteristiche ed i punti di forza di paesi in cui l'uso del web è oramai cosa normale per larga parte della popolazione.

Si è discusso del layout da dare al sito, di dettagli legati alla scelta del server e della registrazione del dominio, che con ogni probabilità verrà fatta tramite il provider gratuito Tiscalinet. In tale incontro si è chiarita l'importanza prioritaria della semplicità tecnica delle pagine a garanzia dell'aggiornabilità anche da parte di persone non specificamente formate sulle problematiche del web-publishing.

Il secondo punto prioritario è stato quello di diffondere e ricercare tra i giovani dell'associazione persone in grado di collaborare e si è notato come solo adesso, al momento di stendere questa relazione, si stiano avendo i primi contatti di chi ha raccolto l'appello lanciato attraverso le pagine di 'Parliamone' ed è chiara la consapevolezza che bisognerà attendere ancora qualche tempo per avere un quadro più preciso delle disponibilità.

Pur tuttavia, grazie anche ad ulteriori scambi telematici tra i partecipanti alla riunione, si sono delineati i ruoli all'interno del progetto: Il CCR-ISIS per mezzo dello staff di VOICE si pone come supervisore ed assistenza tecnica, oltre a fornire 'chiavi in mano' il Forum ed a realizzare eventuali personalizzazioni dello stesso per conto di ALFA. L'associazione si fa carico di trovare tra i soci o persone a loro legate coloro i quali realizzeranno fisicamente le pagine, avvalendosi anche di un gruppo di persone, in fase di costituzione, che faccia da 'redazione' per il sito, con lo specifico compito di tradurre in una forma più immediata ed adatta al web i contenuti più importanti della rivista Parliamone, di cui il nuovo sito non vuole essere semplicemente una versione elettronica, ma un veicolo più agile ed immediato per diffondere concisamente le informazioni che verrano approfondite in seguito sulla versione cartacea.

Visibilità su Internet

La parte finale di questa relazione e l'avvio delle attività sopraesposte può a pieno titolo considerarsi come la linea da seguire per gli sviluppi futuri.

La presente relazione, come tutte le altre informazioni relative al Progetto, è caricata sul sito web VOICE ed accessibile a tutti gli utenti interessati, soci di ALFA o di altre associazioni, per stimolare la discussione e lo scambio d'idee su questi temi, l'aggiornamento costante delle pagine stesse ed ogni possibile forma di collaborazione futura.

<Home> <Projects>